Come Fare Per

Accesso agli atti amministrativi (ai sensi della L. 241/90)

Statuto, Regolamenti e altri Atti amministrativi

 

Utilizza i seguenti collegamenti per accedere all'archivio di:


Gli atti amministrativi in corso di pubblicazione (Delibere, Determinazioni, Ordinanze, ecc.) sono invece consultabili all'Albo Pretorio.

 

Il diritto di accesso agli atti

E' il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi, se  questi ultimi sono stati formati o sono detenuti stabilmente dall'Amministrazione Comunale di Montevarchi.
 
Gli "interessati" sono tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi  pubblici o diffusi, che hanno un interesse diretto, concreto e attuale corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è richiesto l'accesso.
 
Se il Comune di Montevarchi, nell'espletamento di una richiesta di accesso, individua dei "controinteressati" (cioè per i quali può venire meno il proprio diritto alla riservatezza), deve darne comunicazione agli stessi i quali, entro 10 giorni dal ricevimento, possono presentare opposizione, anche per via telematica, alla richiesta di accesso.
 
Il diritto di accesso può essere espletato:
 
  • verso i documenti compiuti, ossia per i quali è già concluso il procedimento amministrativo;
  • oppure, se l'interessato ha ricevuto comunicazione di inizio di un procedimento amministrativo, egli può prendere visione dei documenti prima della conclusione del procedimento stesso.
 

Come presentare la domanda di accesso

Accesso informale:
il diritto di accesso può essere esercitato in via informale, dietro richiesta verbale all'URP, se il documento richiesto è in corso di pubblicazione all'Albo Pretorio del Comune, oppure se si tratta di Deliberazione di Consiglio o di Giunta Comunale.
Può essere oggetto di accesso informale anche un documento che esclude la presenza di controinteressati, ma in questo caso l'addetto URP contatta il responsabile dell'ufficio che ha formato l'atto o che lo detiene stabilmente il quale decide sull'ammissibilità all'accesso informale.
 
Accesso formale
occorre invece presentare una richiesta di accesso scritta (di cui l'ufficio rilascia ricevuta) quando il responsabile dell'ufficio comunale che ha formato l'atto o che lo detiene stabilmente ritiene di dover compiere una valutazione più approfondita sull'interesse manifestato dal richiedente, o sulla eventuale presenza di controinteressati all'esercizio del diritto di accesso.

La richiesta, sottoscritta dall'interessato può essere:
 

La domanda può essere presentata dal soggetto direttamente o da un suo delegato: legale rappresentante-difensore, procuratore, tutore. La delega, con copia fotostatica del documento di identità del delegante, deve essere allegata alla richiesta.
 
La richiesta di accesso ai documenti amministrativi deve essere motivata.
 
Se la richiesta contiene indicazioni generiche che non consentono di individuare con certezza il documento richiesto o di valutare l'interesse che fonda l'esercizio del diritto di accesso, l'ufficio comunale competente ne dà comunicazione al richiedente entro 10 giorni dalla presentazione.

 

Esiti della richiesta

Entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta, l'accesso agli atti deve poter essere espletato. L'accoglimento della richiesta deve contenere l'indicazione dell'ufficio a cui rivolgersi e il periodo di tempo in cui gli atti sono a disposizione per la visione o per l'estrazione di copia.
 
Il rifiuto, il differimento o la limitazione dell'accesso devono essere motivati.
I casi di esclusione o di differimento dell'accesso sono descritti all'art. 24 della Legge 241/1990, oltre che previsti nel Regolamento Comunale (Del. Cons. Comunale N. 82 del 17/11/1997).

Il differimento dell'accesso può essere disposto anche per i documenti la cui conoscenza potrebbe compromettere il buon andamento dell'azione amministrativa, soprattutto nella fase preparatoria dei provvedimenti. 
 
Il rifiuto può essere espresso o tacito. Cioè, trascorsi 30 giorni dalla richiesta senza aver ricevuto risposta, questa si intende respinta. Contro il diniego è possibile presentare ricorso al TAR oppure al difensore civico competente per territorio.
 
 

Atti della Polizia Municipale, pratiche edilizie e documenti in archivio

Nel caso di richieste di copie dei rapporti relativi a incidenti stradali oppure se si desidera richiedere copie di verbali per infrazioni al Codice della Strada occorre rivolgersi direttamente al Comando di Polizia Municipale.

Per quanto riguarda invece la visione o richiesta di copia di pratiche edilizie è necessario rivolgersi all'Ufficio edilizia

In fine, se si desidera richiedere una copia di atti non recenti e ormai conservati nell'archivio comunale, occorre contattare l'Ufficio Protocollo.
 

Costi

Il costo delle copie degli atti amministrativi è di
 
  • € 0,05 a facciata, per la riproduzione su formato A4
  • € 0,08 a facciata, per la riproduzione su formato A3
 

Normativa di riferimento

  • Legge 241/90 e successive modifiche: "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi" 
  • Deliberazione Consiglio Comunale N. 82 del 17/11/1997: "Regolamento dei Diritti di Accesso dei Cittadini alle Informazioni, agli Atti e Documenti Amministrativi" 
  • Deliberazione Giunta Comunale N. 254 del 06/11/2003: "Approvazione regolamento attività informazione e comunicazione dell'Ente. Approvazione orario di apertura del servizio e dell'orario di apertura al pubblico dell'Unità Operativa "InComune" 
  • DPR n. 184 del 12/04/2006: "regolamento recante disciplina in materia di accesso ai documenti amministrativi"