Come Fare Per

Attestazione ISE - ISEE

Ultimo aggiornamento scheda:11/01/2019.

Che cosa è

Ogni volta che una persona richiede delle prestazioni sociali agevolate o l'accesso a un servizio di pubblica utilità con condizioni agevolate, è necessario presentare l'ISEE, che è l'apposito strumento di valutazione della situazione economica del richiedente e del suo nucleo familiare.

Le informazioni richieste per il calcolo ISEE vanno riportate nell’apposita Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) e riguardano la composizione del nucleo familiare, la situazione reddituale e  il patrimonio mobiliare ed immobiliare di ciascun componente il nucleo familiare.

Validità dell'attestazione ISEE:
L'ISEE è valido dal momento della presentazione della DSU fino al 31 dicembre dell'anno di presentazione.
 
Per richiedere l'attestazione ISE - ISEE è sufficiente recarsi presso un qualsiasi CAF del Valdarno oppure (su appuntamento con un Caf convenzionato) presso gli uffici InComune di Montevarchi o di Levane.

E' inoltre possibile scaricare i moduli per la D.S.U., oppure compilarli e inviarli all'INPS autonomamente (è sufficiente l'autenticazione con un PIN da richiedere direttamente sulla piattaforma web), collegandosi con il sito web www.inps.it

ATTENZIONE
Prima di recarsi all'appuntamento con il CAF per la compilazione della D.S.U. è necessario assicurarsi di aver preparato tutta la documentazione occorrente che è diversificata a seconda delle caratteristiche della famiglia e della prestazione da richiedere.
 
Naturalmente, chi non è interessato a richiedere delle agevolazioni non è tenuto a presentare la certificazione; il servizio sarà pagato per intero.
 

In quali casi utilizzare l'attestazione

Occorre presentare l'attestazione ISE - ISEE o la dichiarazione DSU ogni volta in cui si richiede un'agevolazione economica o l'esenzione per un dato servizio. Ad esempio:
 
  • assegni maternità
  • assegni per il nucleo familiare
  • agevolazioni per servizi di pubblica utilità (es. riduzioni acqua, luce e gas)
  • contributi regionali alle famiglie con figli minori disabili
  • servizi educativi e scolastici (mensa e trasporto, pacchetto scuola, etc.)
  • tasse universitarie
  • prestazioni erogate dal Servizio Sociale (richiesta assistenza domiciliare per anziani, minori, portatori di handicap; interventi di sostegno economico; servizio di telesoccorso; richiesta contributi per pagamento rette casa di riposo; servizio mensa a domicilio  ecc...)
  • reddito di cittadinanza
  • social card
  • bonus bebè
  • contributi ad integrazione del canone di locazione
  • ogni altro servizio in cui è richiesto l'utilizzo dell'attestazione
 

Documentazione da presentare

  • Codice Fiscale e Documento d’identità del dichiarante
  • Codice Fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare

 
  • REDDITI del secondo anno precedente la presentazione dell’ISEE (per le DSU presentate nel 2020 ci si riferisce ai redditi 2018)
    • Modello 730 (2019 redditi 2018) e/o Modello Unico (2019 redditi 2018) oppure, in caso di esonero dall'obbligo di presentazione della dichiarazione, Modello CU (2019 redditi 2018);
    • Certificazioni e/o altra documentazione attestante: redditi esenti ai fini Irpef; redditi prodotti all’estero; assegni di mantenimento per coniuge e figli; compensi ricevuti per prestazioni sportive dilettantistiche; compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali; borse e/o assegni di studio, etc.

 
  • PATRIMONIO MOBILIARE al 31/12/2018
• Documentazione attestante il valore del patrimonio mobiliare, anche se detenuto all’estero, e dati dell’operatore finanziario: depositi bancari e postali, libretti di deposito, titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento, forme assicurative di risparmio, etc…

 
  • Giacenza media annua (anno 2018) riferita a depositi bancari e/o postali 
 
  •  Per lavoratori autonomi e società: patrimonio netto risultante dal bilancio 2018
 
  • PATRIMONIO IMMOBILIARE al 31/12/2019 
 
  • Certificati catastali di terreni e fabbricati o altra documentazione dalla quale è possibile desumere le rendite catastali (atti di compravendita, successioni, etc) e/o altra documentazione sul patrimonio immobiliare, anche se detenuto all’estero (fabbricati, terreni agricoli, aree edificabili);
  • documentazione circa il valore medio venale in commercio per le aree fabbricabili;

 
  • AUTOVEICOLI, MOTOVEICOLI E IMBARCAZIONI di proprietà alla data di  presentazione della DSU
• Targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto.
 
 
  • SPESE E FRANCHIGIE. Per avere diritto ad alcune detrazioni dai redditi e dal patrimonio immobiliare occorre presentare:
  • contratto di locazione, se il nucleo familiare è residente in abitazione in locazione;
  • l'importo degli assegni effettivamente corrisposti all'ex coniuge per il mantenimento dei figli;
  • l'importo degli assegni corrisposti per i figli conviventi con l'altro genitore, nel caso in cui i genitori non siano sposati;
  • hanno diritto a un conteggio più favorevole i nuclei di cui fanno parte persone con disabilità, pertanto occorre produrre il certificato attestante tale condizione;
  • spese sanitarie e spese mediche e di assistenza specifica per i disabili;
  • in caso di nucleo familiare con presenza di persone non autosufficienti, la spesa sostenuta, inclusiva dei contributi versati, per collaboratori domestici e addetti all'assistenza personale, come risultante dalla dichiarazione di assunzione presentata all'INPS e dai contributi versati al medesimo istituto; in caso di ricovero presso strutture residenziali nell'ambito di percorsi assistenziali integrati di natura sociosanitaria, l'ammontare della retta versata per l'ospitalita' alberghiera;
  • sulle componenti del patrimonio immobiliare è possibile ottenere la detrazione del debito residuo al 31/12/2019, ad es. il mutuo residuo (vedi sopra)

 
PER SAPERE QUALI DOCUMENTI OCCORRONO IN SITUAZIONI FAMILIARI PARTICOLARI (genitori non conviventi con figli minori se si richiedono prestazioni rivolte ai minorenni), OPPURE PER RICHIEDERE SPECIFICHE PRESTAZIONI SOCIO-SANITARIE (residenziali) O PRESTAZIONI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO, è necessario indicare la propria specificità al momento della prenotazione dell'appuntamento al Caf. 

Tutte le informazioni sono comunque reperibili nel portale www.inps.it
 

Normativa di riferimento

  • D.L. 31.03.1998 n. 109 così come modificato dal D.Lgs. 130 del 03.05.2000
  • L. 23.12.1998 n. 448 art.65-66 sull'assegno per il nucleo familiare e di maternità
  • D.P. C.M. 07.05.1999 n. 221
  • L. 17.05.1999 n. 144
  • D.M. 15.07.1999 n. 306
  • D.M. Solidarietà Sociale 21.12.2000 n. 452
  • L. 23.12.2000 n. 388
  • D.P. C.M. 25.05.2001 n. 337
  • D.M. del Lavoro e delle Politiche Sociali 18.01.2002 n. 34
  • Deliberazione Consiglio Comunale n. 39 del 15/04/2004 "Applicazione ISEE alle prestazioni sociali agevolate - atto di indirizzo"
  • Deliberazione Giunta Comunale n. 119 del 06/05/2004 "Applicazione ISEE alle prestazioni sociali agevolate - definizione dei criteri per la valutazione economica dei richiedenti prestazioni sociali agevolate ed ulteriori agevolazioni sulle rette ai sensi dell'art. 9 del Regolamento per l'erogazione dei Servizi Sociali approvato con deliberazione n. 15 del 28/02/2001"
  • D.P.C.M. n. 159 del 05/12/2013: Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente;
  • Decreto 7 novembre 2014 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: Approvazione del modello tipo della Dichiarazione Sostitutiva Unica a fini ISEE, dell'attestazione, nonche' delle relative istruzioni per la compilazione ai sensi dell'articolo 10, comma 3, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159.