Come Fare Per

Cambio volontario di cognome e nome

Come effettuare la domanda

I cittadini italiani possono cambiare il proprio cognome, oppure il nome o cognome perché ridicolo ovvero vergognoso o perché rivela l’origine naturale o per motivi diversi, presentando richiesta al Prefetto della provincia di residenza.

Per conoscere i documenti necessari, prima di inoltrare la pratica al Prefetto della Provincia di Arezzo,  si consiglia di contattare l'Ufficio di Stato Civile del Comune di Montevarchi.
Possono presentare domanda i residenti nel Comune di Montevarchi o coloro che hanno l'atto di nascita registrato a Montevarchi.
 
Affinché le decisioni del Prefetto producano effetti, l’ufficiale di Stato Civile (del comune di residenza, del comune di nascita se avvenuta altrove e dell'eventuale altro comune in cui il richiedente ha contratto matrimonio) dovrà effettuare l’annotazione del decreto prefettizio sull’atto di nascita del richiedente, sull’atto di matrimonio, e negli atti di nascita di coloro che ne hanno derivato il cognome.
 
Ulteriori informazioni e i moduli di richiesta necessari sono disponibili nella sezione Come Fare per del sito web della Prefettura di Arezzo.
 
 
NB: In alcuni casi limitati è possibile rendere dichiarazione all'Ufficiale di Stato Civile il quale provvede alla relativa annotazione nell'atto di nascita.

 
 

Per i cittadini stranieri

I cittadini stranieri residenti a Montevarchi che, a seguito di un provvedimento di cambio cognome, oppure di divorzio, etc., hanno modificato le proprie generalità in base alle leggi dello Stato di appartenenza, devono chiedere l'aggiornamento dei propri dati personali nelle registrazioni anagrafiche.

A tal fine occorre presentare il modulo di richiesta presso l'ufficio Incomune, sportelli di Montevarchi o di Levane, o presso l'ufficio Anagrafe, portando con sé i documenti che comprovano l'avvenuta variazione.
 

Normativa di riferimento

  • D.P.R. 396/2000: Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’Ordinamento dello Stato Civile, a norma dell’art. 2 comma 12 L. 127/97