Come Fare Per

Certificati anagrafici (residenza, stato di famiglia, etc.)

Certificati anagrafici: residenza, stato di famiglia, cittadinanza, stato libero, esistenza in vita, vedovanza

I certificati anagrafici possono essere richiesti da chiunque ne abbia interesse e contengono informazioni relative ai residenti nel Comune di Montevarchi.
 
  • Residenza: serve a dimostrare la residenza nel Comune di Montevarchi
  • Stato di famiglia: serve per dimostrare la composizione della famiglia anagrafica
  • Cittadinanza: dimostra il possesso della cittadinanza dei residenti a Montevarchi (sia italiani che stranieri)
  • Stato libero: serve per dimostrare l'assenza del vincolo di matrimonio
  • Esistenza in vita: dimostra che il cittadino residente a Montevarchi è in vita
  • Vedovanza: dimostra lo stato civile di vedovo/a
 
 
La validità dei certificati anagrafici suddetti è di 6 mesi.
 

Certificati contestuali o cumulativi

Il "contestuale" o "cumulativo" è un unico documento (certificato ordinario) nel quale sono raggruppate più certificazioni riferite alla stessa persona e per il quale si possono distinguere le seguenti tipologie:
 
  • Contestuale generico che attesta lo stato di famiglia e la residenza
  • Stato di famiglia - residenza - cittadinanza
  • Stato di famiglia - residenza - cittadinanza - godimento dei diritti politici
  • Cittadinanza - residenza
  • Cittadinanza - residenza - godimento dei diritti politici
  • Residenza - cittadinanza - stato libero
  • Nascita - cittadinanza
 
Possono essere richiesti da chiunque ne abbia interesse. La loro validità è di 6 mesi.
 

Certificati storici

I certificati storici (residenza, stato di famiglia) si riferiscono a date antecedenti alla data di richiesta e possono riguardare solo persone che sono, o sono state, residenti nel Comune.
 
Possono essere richiesti da chiunque ne abbia interesse ed hanno validità illimitata.

Per il rilascio di un certificato storico è necessario presentare domanda sul modulo prestampato, pertanto per il ritiro occorre qualche giorno. 
 

Riguardo ai certificati...

Dal 01/01/2012 le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti, sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati.
Nei rapporti con gli organi della p.a. e i gestori di pubblici servizi i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atto di notorietà.

Quando per la presentazione di un'istanza è richiesta l'esibizione di un documento di riconoscimento, non è necessario produrre i certificati, se i dati sono contenuti nel documento stesso.

I privati possono consentire ad accettare l'autocertificazione ma non sono obbligati.
 

Costi e tempi

Diritti comunali variabili in base all’uso (€ 0,25 o € 0,50) e marca da bollo pari ad Euro 16,00 salvo i casi di esenzione stabiliti dalla legge.
 
I certificati storici con ricerca manuale in archivio, hanno un costo di € 2,50 o di € 5,00 (se in bollo)

Eccetto i certificati storici (vedi sopra) tutti gli altri certificati anagrafici vengono rilasciati immediatamente.
 

Normativa di riferimento

  • D.P.R. n. 223 del 30.05.1989: Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente
  • D. Lgs. N. 267 del 18/08/2000: Testo Unico delle leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali
  • D.P.R. n. 445 del 28.12.2000: Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa
  • LEGGE 12 novembre 2011, n. 183 (Legge di stabilità 2012), art 15