Come Fare Per
NEWS

Agevolazioni sul consumo idrico previste dall'Autorità Idrica Toscana, già 340 le domande presentate

Fino al 14 luglio presso l'Ufficio incomune all'Urban Center.
Possono presentare domanda le famiglie con un Isee fino a € 15.000 e per famiglie composte da 5 persone in su, l'Isee sale fino a € 20.000
Aperto fino al 6 luglio anche un servizio di consulenza per la predisposizione delle domande.
Sono già oltre 340 le famiglie che a Montevarchi hanno fatto richiesta di poter usufruire di forme di agevolazione economica sulle cosiddette utenze deboli per il consumo idrico per l’anno 2018.

E ci sono ancora due settimane di tempo per presentarsi all’Ufficio incomune e fare domanda, considerando che rispetto allo scorso anno molte più famiglie possono usufruire di queste forme di agevolazione.

Come già avviene da alcuni anni non è più Publiacqua, ente gestore del servizio, a curare tutto l’iter per la concessione delle agevolazioni, che invece sono ora gestite direttamente dai singoli comuni, mentre Publiacqua è solo chiamata ad effettuare il rimborso economico.

La cifra spettante all’Amministrazione Comunale di Montevarchi nel 2018 è notevolmente aumentata passando dai circa € 67.000 euro del 2016 a € 94.697,51 di quest’anno. Infatti il nostro comune (che lo scorso anno ha distribuito quasi interamente il bonus concesso alle circa 400 famiglie che ne avevano diritto), ha potuto accedere al fondo derivante dalle decurtazioni effettuate su quei comuni che non avevano speso almeno il 75% del fondo di cui disponevano

La possibilità di poter quindi disporre di una cifra maggiore ha permesso all’Amministrazione Comunale di alzare il tetto del limite Isee da € 12.000 a € 15.000 e per le famiglie numerose da € 15.000 a € 20.000.

Ciò permetterà l’accesso a un’agevolazione di almeno il 65% del costo sostenuto nel 2017 a un numero maggiore di persone e famiglie.

Inoltre dal prossimo mese di luglio sarà possibile usufruire anche del bonus idrico nazionale  per le persone con Isee fino a 8.107,50, che si può sommare all’agevolazione riconosciuta dal Comune. Anche in questo caso la domanda va presentata presso l’Ufficio incomune.

Le due forme di agevolazione sono cumulabili ma comunque complessivamente, tra l’agevolazione prevista dal bonus idrico nazionale e quella del servizio idrico sociale dell’Autorità Idrica Toscana, non si potrà superare il 100% del costo sostenuto da ogni singola famiglia.

Presso l’ufficio incomune di Montevarchi fino a venerdì 6 luglio dalle ore 9 alle ore 12.30, dal lunedì al venerdì, è aperto anche uno specifico sportello per un servizio di consulenza nella predisposizione della domanda di accesso all’agevolazione. Il servizio è attivo solo su prenotazione ed è necessario rivolgersi direttamente all’ufficio incomune o telefonare al numero 055.9108246.

Sulla base delle domande verrà predisposta una graduatoria fino all’esaurimento del fondo concesso al comune.

In caso permanga una disponibilità economica a disposizione dell’ente, sarà possibile ampliare la contribuzione fino al 70% del costo sostenuto.

Inoltre in caso di ulteriore avanzo, sarà possibile anche prevedere entro il prossimo mese di novembre un nuovo bando per dare possibilità anche ad altre famiglie di accedere alle forme di agevolazione previste.

Sia per le utenze individuali che per quelle condominiali l’agevolazione avverrà mediante un rimborso direttamente in bolletta.

L’Ufficio “incomune” di Montevarchi (tel. 055.9108246) è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 13. L’avviso pubblico e la relativa domanda sono reperibili e scaricabili sul sito internet dell’ente www.comune.montevarchi.ar.it cliccando in home-page alla voce bandi e concorsi (seguendo poi la dicitura bandi)
 
 
Pierluigi Ermini