Come Fare Per
NEWS

Montevarchi Estate 2018, inaugurata la mostra fotografica di Luca Canonici dedicata a Francesco Mochi

Resterà aperta fino al 9 settembre.

40 scatti che rappresentano le più importanti opere del grande scultore, in un viaggio che Luca Canonici ha compiuto lungo l'Italia.
La grandezza dello scultore montevarchino Francesco Mochi vista dai bellissimi scatti dell’artista montevarchino Luca Canonici.

Un omaggio da parte del noto cantante e anche bravissimo fotografo a uno dei personaggi più importanti della scultura mondiale nato a Montevarchi nel 1580.

La Mostra, fotografica, prodotta dal Museo Arte Sacra San Lorenzo ripercorre le opere che l'artista realizzò nelle città di Piacenza, Orvieto, Perugia, Roma, Gravina di Puglia.

Il progetto ha il Patrocinio del Fec (Ministero dell'Interno) del Comune di Montevarchi, del Comune di Piacenza, Comune di Orvieto, il Museo del Duomo di Orvieto.

Oltre 40 immagini, di grande formato, si dislocano nella Chiesa di Sant'Andrea a Cennano di Montevarchi in un allestimento progettato dal Prof. Nicola Pisacane dell'Università di Napoli.

La mostra si è aperta martedì 3 Luglio alle 21,15 e sarà visitabile sino al 9 Settembre a chiusura della Festa patronale.

Dopo 37 anni Montevarchi torna ad allestire una mostra fotografica dedicata al personaggio artistico più famoso della città.

Infatti l’ultima iniziativa del genere risale al 1981 quando fu allestita la mostra “Francesco Mochi fotografato da Marcello Bertoni.

Una mostra curata da Carlo del Bravo e realizzata dal Comune di Montevarchi in collaborazione con il Comune di Piacenza, il Comune di Roma e la Regione Toscana.

Sulla mostra è stato realizzato anche uno specifico catalogo edito da Aska e curato da Aldo Ferrucci, dopo che lo stesso editore ha visionato il lavoro effettuato dal fotografo Luca Canonici, il quale propone, con uno stile personale e suggestivo, le opere dell’artista montevarchino, collocate in diversi luoghi della penisola.

Le foto sono raccolte in un elegante catalogo cartonato fasciato con tela, serigrafia in bianco.

Note biografiche e cronologia delle opere a cura di Marcella Favero (Aska Edizioni)

Tra le opere proposte dalle foto di Canonici all’interno della mostra e riportate anche nel catalogo, ricordiamo: il busto di Carlo Barberini, Museo di Roma, la statua del duca Ranuccio Farnese Piacenza, il monumento equestre di Ranuccio Farnese Piazza Cavalli a Piacenza, Santa Veronica San Pietro (Roma), il busto di Arcasio Ricci, Cattedrale Gravina di Puglia, San Filippo Chiesa di Sant’Agostino di Orvieto, l’Angelo annunziante Chiesa di Sant’Agostino di Orvieto, San Paolo e San Pietro Chiesa dei Fiorentini di Roma, il busto di Marcantonio Eugenj Galleria Nazionale dell’Umbria.
 
Francesco Mochi (Montevarchi 1580 – Roma 1654).
 
La prima formazione artistica di Francesco Mochi avvenne presso la bottega del pittore manierista Santi di Tito e poi con Camillo Mariani e durante la sua vita si trovò spesso in contrasto con lo scultore Gian Lorenzo Bernini.

Il suo stile subì una evoluzione nel corso del tempo e poté approfondire gli studi della scultura rinascimentale dei più grandi tra cui DonatelloMichelangelo e Giambologna.

Uno dei suoi capolavori è il gruppo dell'Annunciazione, eseguito tra il 1603 ed il 1608 per il Duomo di Orvieto.  

Nel 1612 Mochi è a Piacenza, dove rimane sino al 1629, anno in cui farà ritorno nell'Urbe.

Per la maggiore piazza piacentina lo scultore eseguì i monumenti equestri di Ranuccio ed Alessandro Farnese.

Tornato a Roma nel 1629, portò a compimento un altro suo capolavoro giovanile: la raccolta figura di Santa Marta per la Cappella Barberini nella Basilica di Sant'Andrea della Valle. Nel 1633 fu principe dell'Accademia di San Luca.

Nel 1640 viene portata a termine la statua di Santa Veronica, considerata dallo scultore stesso il capolavoro della sua vecchiaia.

L'opera, che suscitò il disprezzo del Bernini, fu invece accolta con favore sia dal papa Urbano VIII che da un gruppo di artisti e poeti che ne tessero le lodi in una serie di poesie.

Importanti sono anche le tre opere marmoree realizzate dal Mochi per adornare il Palazzo Farnese di Latera.

(Fonti Wikipedia e Treccani)
 
 
Pierluigi Ermini