Come Fare Per
NEWS

Ordinanza anti-vetro e alluminio per la Festa della Marronata

Misure per migliorare le condizioni di sicurezza e per prevenire avvenimenti che possano compromettere la pubblica incolumità.
Con un’ordinanza emessa dal sindaco Silvia Chiassai entrano in vigore adeguate misure per migliorare le condizioni di sicurezza e per prevenire avvenimenti che possano compromettere la pubblica incolumità in occasione della “Festa della Marronata 2018”che si svolgerà il prossimo 14 ottobre nella frazione di Mercatale Valdarno.

La manifestazione prevede un palinsesto di attività di intrattenimento per le strade e piazze della frazione cittadina che richiama un afflusso consistente di pubblico, come già avvenuto nelle edizioni precedenti. Si è avuto precedentemente modo di verificare che la somministrazione delle bevande sia avvenuta in contenitori di vetro o lattine che possono rappresentare un pericolo per la sicurezza e l’incolumità in caso di tafferugli o risse, ma anche generare indecorosità in caso di abbandono sul suolo pubblico.

Pertanto, anche a seguito di incontri che si sono avuti in materia di sicurezza con i funzionari della Questura di Arezzo nonché con gli organizzatori della manifestazione, è stata individuata una strategia di garanzie di safety e di security per assicurare il migliore svolgimento della manifestazione che si svolge sulle aree pubbliche e aperte al pubblico.

Il sindaco dispone nel suo provvedimento il divieto assoluto valido dalle ore 8 alle 20 di introdurre, somministrare e vendere bevande di qualsiasi genere compresi gli alcolici in contenitori di vetro e lattine di alluminio nelle aree pubbliche o aperte al pubblico, nelle strade, piazze della frazione di Mercatale Valdarno per l’occasione della manifestazione.

La somministrazione dovrà pertanto avvenire in contenitori di carta o di plastica nei quali le bevande devono essere versate direttamente da chi effettua la somministrazione o vendita. Si è tenuto anche conto che i contenitori di vetro, qualora frantumati, risultano taglienti e quindi anche pericolosi oltre che a compromettere le condizioni di pulizia e di decoro cittadino qualora abbandonati sul suolo pubblico. Va da sé che il divieto non sussiste per la somministrazione e il consumo di bevande in contenitori di vetro o alluminio all’interno di esercizi commerciali.

Analogamente nelle postazioni dove avviene la somministrazione di alimenti e bevande la stessa ordinanza vietato la presenza di bombole di gas depositate a terra nonché la detenzione di bombole di scorta sui mezzi attrezzati, se non quelle strettamente necessarie al funzionamento delle attrezzature utili all’attività.

 Per quanto di competenza anche il comune limitrofo di Bucine ha provveduto ad emanare analoga ordinanza poiché anch’esso interessato dalla medesima manifestazione.