Come Fare Per
NEWS

Un progetto del Cassero per avvicinare i giovani al museo

Grazie ad un’erogazione liberale della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, sarò realizzeto il progetto “DigitalMente. Young strategies 4 young stories”.
Ecco di cosa si tratta
Tra il 2019 e il 2020 Il Cassero per la scultura italiana dell’Ottocento e del Novecento- Museo Civico di Montevarchi, grazie ad un’erogazione liberale della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, realizzerà il progetto “DigitalMente. Young strategies 4 young stories”.

Il progetto è stato cofinanziato dalla Fondazione nell’ambito del bando “Laboratori Culturali 2018” per l’innovazione digitale ed i nuovi pubblici dei musei.

Il Cassero avvalendosi del partenariato dell’Istituto di Istruzione Superiore Benedetto Varchi attivando progetti di Alternanza Scuola Lavoro e dell’Associazione Culturale MACMA lavorerà per rendere più smart il Museo e per l’engagment di nuovi pubblici facendo leva soprattutto sulle nuove tecnologie e sulla collaborazione attiva dei giovani.

Il principale obiettivo è creare un dialogo tra il Museo e il pubblico, soprattutto under 30, rendendo quest'ultimo non solo fruitore, ma anche protagonista e per fare ciò saranno realizzati contenuti in grado di stimolare curiosità ed interesse in coloro che visitano realmente e/o virtualmente lo spazio espositivo.

Saranno infatti creati digital storytelling, contenuti che prevedono la commistione di audiovisivo e di animazione ovvero di alcuni tra i linguaggi narrativi ed espressivi che più caratterizzano il contemporaneo: si tratta di una modalità privilegiata per raccontare il Museo in maniera creativa, affascinante e innovativa poiché si avvale di linguaggi e strumenti che i giovani utilizzano abitualmente, talvolta senza rendersi conto delle reali potenzialità.

Gli studenti affiancheranno i professionisti nella fase di progettazione, ripresa, post-produzione e promozione entrando in contatto con il patrimonio museale, la creazione audiovisiva e le strategie di comunicazione.

Il Museo si doterà inoltre di un sito mobile responsive, di una nuova newsletter, di connettevità wifi per permettere ai visitatori di scaricare gli speciali prodotti audiovisivi del percorso ed aggiornerà i contenuti delle audioguide in lingua italiana, inglese e tedesca per la visita della collezione permanente così da fornire un adeguato strumento per la fruizione anche delle recenti opere entrate a far parte del patrimonio grazie ad importanti donazioni.