esenzionitiket

Autocertificazioni esenzioni pagamento tiket sanitario prorogate al 31 marzo 2021

Lo ha deciso la Regione Toscana. Riguardano quelle in scadenza il 31 ottobre e quelle in scadenza il 31 dicembre.

Autocertificazioni esenzioni pagamento tiket sanitario prorogate al 31 marzo 2021

Tutte le autocertificazioni per le esenzioni dal pagamento del ticket sanitario in Toscana vengono prorogate automaticamente fino al 31 marzo prossimo. 

Lo ha deciso la Regione con le delibere n.1372 e n.1663 del 2020, che spostano appunto al 31 marzo 2021 la validità delle autocertificazioni già in scadenza il 31 ottobre 2020 e di quelle in scadenza il 31 dicembre 2020, utili per le prestazioni rese in ambito sanitario.

Vengono dunque prorogate sia le autocertificazioni in scadenza il 31 marzo 2020 e già prorogate al 31 ottobre:
-autocertificazione esenzione E01 per i minori di 6 anni fino all'eventuale compimento dei 6 anni; -autocertificazione esenzione E02 sia per il titolare che per i beneficiari;
-autocertificazioni esenzioni E04 per utenti con età inferiore a 65 anni sia per il titolare che per i beneficiari; 

Prorogate anche quelle che erano in scadenza il 31 dicembre 2020:
-autocertificazione esenzione E90, E91, E92. 

Gli ultra 65enni in possesso di attestato di esenzione con codici E01 E03 ed E04, rilasciato a seguito di autocertificazione, non dovranno invece rinnovare l'esenzione, poiché a questi certificati è riconosciuta validità illimitata, purché non siano intervenute modifiche della situazione reddituale.

La proroga è disposta in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, per contrastare e contenere il diffondersi del virus e evitare l’affollamento di persone presso gli uffici preposti per le attestazioni.

Il cittadino può verificare o autocertificare l'esenzione da ticket per reddito, con la propria Carta sanitaria elettronica attivata:

- direttamente online sul sito della Regione, muniti di lettore smart card 
- ai Totem PuntoSi
- sulla App Smart SST, disponibile per i sistemi Android e iOS.


Articolo pubblicato su Valdarnopost e scritto da Glenda Venturini