ScuolaInfanzia

L'aperinido aperto ai genitori nella scuola per l'infanzia La Coccinella

Si è svolto per la prima volta martedì 22 novembre nel pomeriggio per affrontare il tema dell'alimentazione dei bambini con i propri genitori

E’ stato un momento di festa, con molta partecipazione dei genitori dei bambini che frequentano il Nido d’infanzia “La Coccinella”, l’ APERINIDO organizzato per la prima volta nei locali del nido martedì 22 novembre dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Centro Pluriservizi SpA.
 
L’iniziativa, prendendo spunto dalla Giornata mondiale dei diritti dei bambini e delle bambine dello scorso 20 novembre, si inserisce in un percorso di ben-essere avviato già da tempo sul sostegno alla genitorialità attraverso incontri a tema.  
 
In questa tappa è stato affrontato il tema dell’alimentazione dei bimbi dai tre mesi ai tre anni ed è stata presentata una guida dedicata all’alimentazione dei piccoli che frequentano i nidi  d’infanzia comunali. L’alimentazione, infatti, riveste un ruolo fondamentale della vita al nido sia da un punto di vista nutrizionale sia come parte fondamentale del progetto educativo, quale momento importante di relazione e socializzazione tra adulti e bambini e tra i bambini stessi.
 
Genitori ed educatori, insieme ai responsabili comunali del settore scuola e l’assessore alla pubblica istruzione Sandra Nocentini, si sono ritrovati tutti insieme in un momento confronto in cui la dietista Sandra Bonannini ha illustrato gli aspetti principali dell’alimentazione dei bimbi contenuti anche nella guida: dalla composizione del menù alle informazioni generali sui pasti, la loro preparazione e somministrazione. Nell’opuscolo non manca la sezione dedicata ai pasti speciali, che possono essere richiesti per motivi sanitari o per questioni etiche, morali, culturali, religiose.
 
L’incontro si è concluso con l’APERINIDO, un aperitivo con assaggi di vari piatti preparati dal Centro Pluriservizi SpA, cibi che quotidianamente vengono somministrati ai bambini e alle bambine del nido.
 
 
Linda Losi