4novembre

sabato 6 novembre si celebrerà la ricorrenza del 4 novembre

L'anniversario della vittoria dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale e la giornata dedicata all’Unità Nazionale e alle Forze Armate. Quest'anno ricorrono anche i 100 anni dalla sepoltura del Milite Ignoto. Il programma delle celebrazioni

sabato 6 novembre si celebrerà la ricorrenza del 4 novembre
Il 4 novembre ricorre l’anniversario della vittoria dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale e la giornata dedicata all’Unità Nazionale e alle Forze Armate.

La data ricorda il giorno in cui nel 1918 entrò in vigore l’Armistizio di Villa Giusti (che era stato firmato il giorno prima, il 3 novembre 1918).
Con questo armistizio ovvero un accordo, che prese il nome dalla villa a Padova dove avvenne la firma, l’Impero Austro-Ungarico riconosceva la sconfitta della Guerra e concedeva all’Italia, tra le altre cose, i territori di Trento e Trieste.
Questo documento di fatto sancì la fine della Prima Guerra Mondiale per il nostro Paese.

Quest'anno ricorrono anche i 100 anni dalla sepoltura del Milite Ignoto.
Il 4 novembre 1921 avveniva la tumulazione all’Altare della Patria di una bara con i resti di un caduto in guerra non identificato, simbolo di tutte le vittime italiane senza nome dei conflitti.

L’Amministrazione Comunale ricorderà questi eventi durante una manifestazione che si svolgerà sabato 6 novembre con il seguente programma:
alle ore 16,00 partenza da Piazza Umberto per la deposizione delle Corone ai seguenti Monumenti: Levane - Levanella - Borro al Quercio – Ricasoli - Cimitero Urbano Capoluogo - Piazzale Europa - Moncioni - Via Mochi - Via Calamandrei;
alle ore 18,00 nell’Insigne Collegiata di San Lorenzo si svolgerà la Santa Messa in suffragio di tutti i Caduti;
alle ore 18,40 sotto il loggiato del Municipio in Piazza Varchi, Onore ai Caduti e deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti della Guerra 1915/18.
Al termine si svolgerà una esibizione del Corpo Musicale G. Puccini.

 
Pierluigi Ermini