eccidiokindu

Si celebra il 60° anniversario dell’Eccidio di Kindu

Sabato 18 dicembre alle ore 10.30 presso il “Centro Nazionale di Documentazione,Ricerca e Memoria sulle Missioni Umanitarie di pace a Ricasoli

Si celebra il 60° anniversario dell’Eccidio di Kindu
Sabato 18 dicembre, alle ore 10,30, l’Amministrazione Comunale di Montevarchi in collaborazione con le Associazioni Combattentistiche e d’Arma celebra nel Centro di Documentazione di Ricasoli una solenne cerimonia in occasione del 60° anniversario dell’Eccidio dei tredici aviatori italiani a Kindu in cui saranno ricordati anche tutti i Caduti nelle Missioni Umanitarie di Pace.

Nel corso della cerimonia, alla presenza del Sindaco Silvia Chiassai Martini e della autorità cittadine, dei rappresentanti dell’Aeronautica Militare, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e del Corpo Musicale G. Puccini di Montevarchi, sarà presentata una pala elica di un C119 concessa dall’Aeronautica Militare per la realizzazione di un monumento ai Caduti.

L’11 novembre del 1961 vennero trucidati tredici aviatori italiani in Congo. Un anno prima, nel 1960, il Governo italiano aveva attuato la prima missione all’estero delle nostre Forze Armate sotto l’egida delle Nazioni Unite:
LONUC, inviando in Congo, logorato dalla guerra civile, un contingente aeronautico appartenente alla 46°  Aerobrigata Trasporti di stanza presso l’Aeroporto Militare S.Giusto di Pisa. In quel quadro geopolitico complesso ed estremamente pericoloso, avvenne la tragedia conosciuta come l’Eccidio di Kindu che aprì una pagina nera della nostra storia
 
Nel 1962 la Parrocchia di S. Maria a Ricasoli fu promotrice della realizzazione nella scuola elementare di Ricasoli di un monumento ad opera di Remo Gardeschi, e dell’attiguo parco della Rimembranza, alla memoria dei tredici aviatori italiani trucidati a Kindu. Ogni anno, dal 1962, viene organizzata una pubblica cerimonia in ricordo di tutti i Caduti nelle Missioni Umanitarie di pace.
 
Il 24 ottobre 2007 il Consiglio Comunale di Montevarchi con delibera n°113 costituiva nell’ex edificio scolastico di Ricasoli il “Centro Nazionale di Documentazione,Ricerca e Memoria sulle Missioni Umanitarie di pace”, inaugurato nel 2015 con il Patrocinio delle più alte Cariche Istituzionali Nazionali e l’adesione del Presidente della Repubblica.
 
Il Centro Nazionale di Documentazione, Ricerca e Memoria sulle Missioni Umanitarie di Pace, nasce come luogo di memoria, di ricerca e di studio nello spirito dell’art.11 della Costituzione per onorare coloro che sono Caduti nel segno della pacifica convivenza civile fra le nazioni.